martedì 14 febbraio 2017

uno, due, tre, quattro

lei e lui hanno la consuetudine della musica insieme tutti i giorni

il terzo  è un vecchio amico, che ricompare dopo anni e si torna a suonare insieme

il quarto ha la generosità di chi lascia da parte temporaneamente il suo strumento, per mettersi al servizio  dell' arte di lei, con un atteggiamento ben diverso da quello di un'altra famosa voltapagine cinematografica

ce ne sarebbe abbastanza per eccitare la fantasia di uno scrittore

qui invece sono solo le emozioni che quattro amici, quattro bravi artisti mi hanno regalato con il loro Schubert












2 commenti:

  1. Buen reportaje amigo Marco. Tu manera de procesar para byn es toda una maravilla. Un abrazo

    RispondiElimina