sabato 16 giugno 2018

scalo romana residence

Milano, la capitale italiana della produzione industriale del XX secolo, prima che le vicende recenti la trasformassero in un altro tipo di metropoli, era come cintata da una serie di scali ferroviari, infrastutture indispensabili per fare arrivare in città le matierie prime destinate alla trasformazione manufatturiera e i generi di necessità per la popolazione.

queste immense aree sono ora abbandonate ed è in cantiere un grande progetto per il loro recupero e trasformazione urbanistica, che si spera virtuoso e non solo speculativo

uno tra questi sette scali è quello di Milano Porta Romana, tra i cui binari abbandonati,  ai margini e nascosto dalla città alla luce del sole  esiste un mondo parallelo, quello degli esclusi e dei  dimenticati, gli stranieri irregolari, abbandonati e senza alcun progetto di integrazione

qui come in altri luoghi simili essi hanno stabilito il loro rifugio e la loro residenza, scalo romana residence, così l'ho soprannominata io

che sia questa la "pacchia" cui si riferisce il ministro degli interni del nuovo governo italiano?

















domenica 10 giugno 2018

l'arpa di Patrizia

Patrizia Rossi, artista/arpista di strada e la sua arpa



Nikon FM2 - Lensbaby - Kodak TriX 400 

venerdì 1 giugno 2018

il gesto musicale

non occorrono parole, il gesto trascinante del Maestro Oleg Caetani dice già tutto


domenica 20 maggio 2018

design week 2018

il trionfo della creatività

ogni anno c'è sempre qualcosa che ti fa restare a bocca aperta tra le installazioni del fuorisalone della settimana del design a Milano



martedì 15 maggio 2018

nuovo rinascimento della fotografia

curioso come, per propagandare l'incessante sviluppo delle nuove tecnologie fotografiche digitali e spingere il consumismo ad esso correlato, il marketing  ricorra spesso per i suoi messaggi pubblicitari alla suggestione del mondo della fotografia classica e dei suoi marchi storici


domenica 6 maggio 2018

case di ringhiera

le tradizionali abitazioni della Milano popolare, con le unità abitative affacciate ed accessibili dal ballatoio, il gabinetto esterno ad ogni piano, il grande cortile comune interno

esistono ancora, bellissime, restaurate e non più popolari, ora quasi tutti trasformati in appartementi di prestigio o in studi d'arte e professionali: il processo di gentrification ha scacciato in periferia il ceto che vi abitava in precedenza

ma io conservo ancora uno scatto di quei tempi