domenica 16 novembre 2014

il muro delle bambole

a Milano, in via De Amicis, una installazione contro la violenza sulla donna

le mutilazioni genitali, lo  stupro, la violenza in famiglia,  lo stalking,  il femminnicidio

iniziativa di denuncia e sensibilizzazione sicuramente   lodevole, che tuttavia  nasce proprio da quel mondo della moda  non del tutto innocente e in parte corrresponsabile:

di una concezione  della donna non lontana proprio da quel simbolo di "bambola", che qui vorrebbe essere di  innocenza, giocottolo infantile e peculiarità femminile, ma che paradossalmente e forse "freudianamente"  rimanda invece proprio a a quella visione e ruolo ancora subalterno  della condizione femminile








                                 Leica III (anno 1934) - Fomapan 100

4 commenti:

  1. bravo pour cette série et pour la pertinence de ton commentaire qui compense le côté émotionnel de la photo. Parcourir ton blog est un plaisir et j'aime vraiment beaucoup ton travail

    RispondiElimina
  2. mille grazie per il tuo commento alle immagini ed anche alle mie parole; hai compreso molto bene oltre al testo in italiano anche il mio pensiero !
    Io comprendo discretamente il francese e i tuoi scritti, e tu comprendi il mio italiano.
    We need not to speak or write in English!
    :-)
    ça va tres bien !

    RispondiElimina
  3. Non so come, ma avevo perso questo post. Davvero notevole, per le fotografie presentate e per il significato.

    RispondiElimina