mercoledì 31 dicembre 2014

capodanno con Beethoven

l' anno dell' Orchestra Verdi finisce questa sera in Auditorium  di Largo Mahler con la Nona di sinfonia di Beethoven, diretta dal Maestro Oleg Caetani

replica domani  pomeriggio, e io ho già i biglietti, per iniziare bene il 2015 ascoltando quella sorta di cattedrale musicale che è l'ultima sinfonia del genio di Bonn, quell' anelito spirituale   alla libertà e fratellanza tra gli uomini, quanto di meglio per iniziare bene il nuovo anno

il Maestro Caetani in una recente intervista sul significato e attualità del messaggio beethoveniano ha ricordato come gli  ideali  romantici e della Rivoluzione Francese che  ispirarono il compositore  siano tuttora largamente  disattesi

è  vero infatti  che in molte parti del mondo attuale si può godere la Libertà, ma va molto male invece per quanto riguarda l' Eguaglianza e per la Fratellanza tra gli uomini

e come diceva il Presidente Pertini, la libertà senza l' uguaglianza e la giustizia sociale può significare solamente  libertà di morire di fame ....

un anno difficile il 2015  che si prospetta per la Verdi, visto il taglio del contributo statale ad un' orchestra tra le più attive ed apprezzate in Italia e in Europa e tra le più virtuose come gestione economica e  capacità di auto-finanziarsi con la sua attività,  grazie al suo pubblico, alla vendita di biglietti e abbonamenti

chiudo l' anno perciò invitando tutti a sottoscrivere la petizione  per aiutare l ' Orchestra  Verdi, per sostenere questa meravigliosa realtà musicale italiana


martedì 30 dicembre 2014

Hey Zahnkoye


una canzone popolare del repertorio yiddish-klezmer,

titolo e origine rimandano a un collettivo agricolo - un kolchoz -  ebraico, creato nel periodo staliniano in Crimea

nelle immagini il canto  di Floriana, accompagnata dal gruppo klezmer diretto dal maestro Giorgio Merati

Hey Zahnkoye !

testo yiddish e traduzione inglese, per apprezzare lo spirito del canto:


Az men fort kayn sevastopol,      
Iz nit vayt fun Simferopol,
Dortn iz a stantsie faran.
Ver dar zuchn naye glikn?
S'iz a stantsie an antikl
In Dzhenkoye, dzhan, dzhan dzhan
Refrain
Hey dzhan, hey dzhankoye
Hey dzhanvili, hey dzhankoye
Hey dzhankoye, dzhan dzhan dzhan
Enfert yidn af mayn kashe,
Vu'z mayn bruder, vu'z Abrasher?
S'geyt ba im der trakter vi a ban
Di mume Leye ba der kosilke
Beyle ba der molotilke
In dzhankoye...
Ver zogt as yidn konen nor handlen
Esn fete yoych mit mandlen,
Nor nit zayn kayn arbetsman?
Dos konen zogn nor di sonim -
Yidn, shpayt zey on in ponim
Tut a kuk af dzhan dzhan dzhan 

When you go to Sevastopol
Not too far from Simferopol
There's a little depot there
Why seek your luck elsewhere?
It's a special kind of depot.
In Zhankoye, zhan zhan zhan
Refrain
Hey zhan, hey Zhankoye
Hey zhanvili, hey Zhankoye
Hey Zhankoye, zhan zhan zhan
Jews, answer my question
Where's my brother Abrasha?
He who rides his tractor like a train
Aunt Leah is at the mower
Bella is working the thresher
In zhankoye...
Who says that Jews can only be traders
And eat fat soup with soup nuts
But cannot be workingmen?
Only our enemies can say that -
Jews, let's spit right in their faces,
Simply look at zhan, zhan, zhan 








venerdì 26 dicembre 2014

Two Pics

Two Pics, due foto

TwoPicsFX, ho scoperto  una app molto valida per assemblare immagini con effetti di
doppia esposizione

come in Photoshop  si possono scegliere varie modalità di di fusione dei livelli (da normale a multiply, da screen a overlay etc)

così mi sono divertito  prima a pensare e  a scattare due foto dello stesso soggetto con punti di ripresa e prospettive differenti, poi ad assemblarle per una presentazione in sovrapposizione

insomma, anche con un semplice  smartphone si può fare fotografia ragionata



domenica 21 dicembre 2014

la nebbia è tornata

è tornata la nebbia  a Milano, come una volta,  con la sua patina ovattata a rendere meno aspra la città, a ricoprire con un po' di mistero e poesia la ruvidezza della metropoli

                                 Leica CL, Summicron C 40 mm, Kodak Tri X 400

sabato 13 dicembre 2014

Giovanni Battista Piatti

Giovanni Battista Piatti, ingegnere milanese dell' 800, inventore di una macchina pneumatica ad aria compressa per lo scavo delle gallerie ferroviarie (utilizzata per il traforo del Frejus) guarda in basso verso l' ingresso della stazione del metrò Moscova a Milano.
Tutto questo è un po' anche merito suo e il monumento se lo è ben meritato!

                                              Leica M6 - Summicron 35 mm - Fomapan 400

domenica 7 dicembre 2014

marvin & joegideon

se amate il cinema tenete d'occhio questo blog

questi due critici, anzi, criticoni, non sono quasi mai d'accordo tra loro, ma le loro diverse opinioni sui film recensiti sono una preziosa guida per orientarsi su ciò che vale davvero  la pena di andare a vedere

meglio non scomodarsi a uscire, magari  in una fredda sera d'inverno  con la prospettiva  di dover far la coda al botteghino  e forse  vedersi  assegnare un posto nelle scomode  file anteriori, se ad almeno uno dei due nostri campioni il film non sia  piaciuto

il 29 novembre alla libreria  Baravaj /Osteria dell '  Utopia   Marvin e Joe Gideon hanno presentato il loro primo libro, scritto a quattro mani:

un anno di recensioni cinematografiche già pubblicate on-line sono  ora disponibili sia in formato cartaceo tradizionale che  in e-book, per una pronta consultazione

se volete un  consiglio disinteressato,  compratelo !
un' idea per un regalo di natale

consiglio disinteressato anche se,  è vero,  JG, il più  alto dei due, è mio nipote
:-)

ed è stata davvero   una simpatica serata, durante la quale i due autori hanno continuato a bisticciare vivacemente tra loro nochè  a dialogare amabilmente  con il  pubblico, intervenuto molto numeroso, con tanta vivacità e partecipazione














lunedì 1 dicembre 2014

forgotten summer loves

MARCO TI ADORO

vecchi piccoli  amori estivi, forse ormai dimenticati

                                                   Olympus XA - Fomapan 400